venerdì 31 ottobre 2014

Da Leggersi con la Massima Attenzione! È l'Ora!




Sebirblu, 31 ottobre 2014

Fra tutte le parole espresse più di duemila anni fa dal Cristo, quelle del Discorso Profetico si attagliano perfettamente al tempo che stiamo vivendo.

Siccome penso che la maggioranza, gentili Lettori, non abbia mai preso seriamente in esame il testo tramandatoci, vi invito a farlo ORA affinché siate almeno avvertiti di ciò che sta accadendo sotto i nostri occhi, per prenderne maggiore coscienza.

Alcuni forse storceranno il naso, ma visto che è questo il momento in cui "la Verità DEVE essere gridata dai tetti", pubblico con grande determinazione il paragrafo 24 di Matteo con la speranza che possa far riflettere molte Anime sensibili.

Concludo questo mio post, in occasione della ricorrenza di tutti i Santi e dei nostri defunti (CHE SONO TUTTI VIVI!) con un incoraggiante e sublime comunicato dai Piani Altissimi, affinché siate rincuorati e sorretti, nelle ultime prove rimaste, prima della grande Transizione.




Il Discorso Profetico di Gesù - da Matteo par. 24

24,1 Mentre Gesù, uscito dal tempio, se ne andava, gli si avvicinarono i suoi discepoli per fargli osservare le costruzioni del tempio stesso.

2 Gesù disse loro: «Vedete tutte queste cose? In Verità vi dico, non resterà qui pietra su pietra che non venga diroccata».

3 Sedutosi poi sul monte degli Ulivi, i Suoi discepoli gli si avvicinarono e, in disparte, gli dissero: «Dicci quando accadranno queste cose, e quale sarà il segno della Tua venuta e della fine dei Tempi».

4 Gesù rispose: «Guardate che nessuno vi inganni; 5 molti verranno nel mio nome, dicendo: Io sono il Cristo, e trarranno molti in inganno. 6 Sentirete poi parlare di guerre e di rumori di guerre. Guardate di non allarmarvi; è necessario che tutto questo avvenga, ma non è ancora la fine.

7 Si solleverà popolo contro popolo e regno contro regno; vi saranno carestie e terremoti in vari luoghi; 8 ma tutto questo è solo l'inizio dei dolori. 9 Allora vi consegneranno ai supplizi e vi uccideranno, e sarete odiati da tutti i popoli a causa del Mio Nome.

10 Molti ne resteranno scandalizzati, ed essi si tradiranno e si odieranno a vicenda. 11 Sorgeranno molti falsi profeti e inganneranno molti; 12 per il dilagare dell'iniquità, l'amore di molti si raffredderà. 13 Ma chi persevererà sino alla fine, sarà salvato.

14 Frattanto questo Vangelo (dal greco = Buon Annuncio; ndr) del Regno sarà annunziato in tutto il mondo, perché ne sia resa testimonianza a tutte le genti; e allora verrà la fine.

15 Quando dunque vedrete l'abominio della desolazione, di cui parlò il profeta Daniele, stare nel Luogo Santo - chi legge comprenda, 16 allora quelli che sono in Giudea fuggano ai monti, 17 chi si trova sulla terrazza non scenda a prendere la roba di casa, 18 e chi si trova nel campo non torni indietro a prendersi il mantello. (Chi ama la propria vita la perderà. Gv. 12, 25; ndr).




19 Guai alle donne incinte e a quelle che allatteranno in quei giorni. 20 Pregate perché la vostra fuga non accada d'inverno o di sabato. (Perché non si troverebbe nessuno che aiuti; ndr).

21 Poiché vi sarà allora una tribolazione così grande, quale mai avvenne dall'inizio del mondo fino ad ora, né mai più ci sarà. 22 E se quei giorni non fossero abbreviati, nessun vivente si salverebbe; ma a causa degli eletti quei giorni saranno abbreviati.

23 Allora se qualcuno vi dirà: "Ecco, il Cristo è qui, o - È là", non credeteci. 24 Sorgeranno infatti falsi cristi e falsi profeti e faranno grandi portenti e miracoli, così da indurre in errore, se possibile, anche gli eletti. 25 Ecco, io ve l'ho predetto.

26 Se dunque vi diranno: "Ecco, è nel deserto, non ci andate; o - È in casa, non ci credete. 27 Come la folgore viene da oriente e brilla fino ad occidente, così sarà la Venuta del Figlio dell'uomo.

28 Dovunque sarà il cadavere, ivi si raduneranno gli avvoltoi. (Si intenda "i cadaveri spirituali" e gli avvoltoi "le forze oscure"; ndr).

29 Subito dopo la tribolazione di quei giorni, il sole si oscurerà, la luna non darà più la sua luce, gli astri cadranno dal cielo e le potenze dei cieli saranno sconvolte. (I Tre giorni di Buio QUI; ndr).

30 Allora comparirà nel cielo il Segno del Figlio dell'uomo (la Croce; ndr) e si batteranno il petto tutte le tribù della terra, e vedranno il Figlio dell'uomo venire sopra le nubi del cielo con grande potenza e gloria.

31 Egli manderà i suoi Angeli (i Fratelli delle Stelle; ndr) con una grande tromba e raduneranno tutti i suoi eletti dai quattro venti, da un estremo all'altro dei cieli.

32 Dal fico poi imparate la parabola: quando ormai il suo ramo diventa tenero e spuntano le foglie, sapete che l'estate è vicina. 33 Così anche voi, quando vedrete tutte queste cose, sappiate che Egli è proprio alle porte.




34 In Verità vi dico: non passerà questa generazione (vale a dire l'epoca cristica, i duemila anni; ndr) prima che tutto questo accada. 35 Il cielo e la terra passeranno, ma le Mie parole non passeranno.

36 Quanto a quel giorno e a quell'ora, però, nessuno lo sa, neanche gli Angeli del cielo e neppure il Figlio, ma solo il Padre.

37 Come fu ai giorni di Noè, così sarà la Venuta del Figlio dell'uomo. 38 Infatti, come nei giorni che precedettero il diluvio mangiavano e bevevano, prendevano moglie e marito, fino a quando Noè entrò nell'arca, 39 e non si accorsero di nulla finché venne il diluvio e li inghiottì tutti, così sarà anche alla Venuta del Figlio dell'uomo.

40 Allora due uomini saranno nel campo: uno sarà preso e l'altro lasciato. 41 Due donne macineranno alla mola: una sarà presa e l'altra lasciata. (Poiché dipenderà dalle loro vibrazioni atte ad amare gli altri incondizionatamente; ndr)

42 Vegliate dunque, perché non sapete in quale giorno il Signore vostro verrà. 43 Questo considerate: se il padrone di casa sapesse in quale ora della notte viene il ladro, veglierebbe e non si lascerebbe scassinare la casa. 44 Perciò anche voi state pronti, perché nell'ora che non immaginate, il Figlio dell'uomo verrà.

45 Qual è dunque il servo fidato e prudente che il padrone ha preposto ai suoi domestici con l'incarico di dar loro il cibo al tempo dovuto? 46 Beato quel servo che il padrone al suo ritorno troverà ad agire così! 47 In Verità vi dico: gli affiderà l'amministrazione di tutti i suoi beni.

48 Ma se questo servo malvagio dicesse in cuor suo: Il mio padrone tarda a venire, 49 e cominciasse a percuotere i suoi compagni e a bere e a mangiare con gli ubriaconi, 50 arriverà il padrone quando il servo non se l'aspetta e nell'ora che non sa, 51 lo punirà con rigore e gli infliggerà la sorte che gli ipocriti si meritano: e là sarà pianto e stridore di denti.




Rosanna, una mistica dei nostri tempi 

17 ottobre 2014

"Più che le sentinelle l'aurora, l'Anima mia attende il Signore." (Salmo 129 vv. 5-6)

Gioite popoli, esultate voi tutti che amate il Signore, egli è vicino, egli viene a sollevare, a liberare.
Egli torna a riprendersi la sua gente, riscattata a duro prezzo.

"Alzate il capo popolo di Dio, la vostra liberazione è vicina." (Lc. 21, 28)

Allargate il cuore di gioia, sorgerà la Stella del Mattino.
Cancellerà lacrime, dolore, morte.
Gioite popoli, verrò a liberarvi.

Esultate giusti, lodate il signore vostro Dio.

La lode è l'unione di preghiera da Me preferita, è il bacio del vostro cuore per Me, è un bacio che come un sasso gettato sulla superficie di un laghetto produce cerchi concentrici e si dilata nell'Universo creato.

Le vostre preghiere siano di intimità nel vostro cuore con i Nostri Cuori.

Siano di lode e di speranza, e sentirete un inconfondibile soffio di gioia che sarà per voi come un regalo personale giunto dai Piani Altissimi.

Figli miei, sciogliete anche le ultime piccole o grandi catene che vi legano alle frequenze a me contrarie come la catena del non perdono, delle bugie, degli inganni, dei malintesi, delle maldicenze e del giudizio sugli altri.

E quando vedrete il cielo aprirsi, potrete rimanere senza paura ad aspettare l'Amore (il Cristo; ndr) che viene a prendersi i Suoi, ma vi prego, siate veri figli di Dio, siate integri, immacolati, come la vostra Madre che spiritualmente vi ha concepiti.




Rivolgetevi sempre più fiduciosi alla vostra Madre potente e lasciateLa libera di inviare ai vostri cuori i Suoi raggi luminosi e sapienti che faranno scaturire in ciascuno di voi che La amate, La onorate e La invocate, quella sinfonia musicale che è l'espressione dei Cieli e che armonizza cuore e mente.

Ella è la chiave per entrare non solo nella Conoscenza che vi eleva, ma anche nella porta del Cielo, nell'Eternità, nella beatitudine per la quale siete stati creati.

Solo i piccoli potranno rimanere impavidi di fronte a Me, nel giorno del Signore che sta venendo.

La paura paralizza mente e cuore, non vi dà sbocco e vi controlla.

Il nemico vostro e Mio, si serve sempre della paura per bloccarvi, perché è invidioso di questo vostro desiderio di Me, avendo da sempre rinunciato a Me e al Mio Amore.

In questi tempi immergetevi giorno per giorno nell'attimo presente.

Per conoscerMi più da vicino, pensate che Io sono l'Amico del vostro cuore, che vi sta vicinissimo, in maniera insolita per voi, cioè in maniera invisibile.

Ciò non toglie che Io sia con voi, perciò, se Mi tenete compagnia sempre, parlandoMi e mostrandoMi le vostre pene, Io vi aiuterò con la Mia Santa Presenza, diminuendo il vostro dolore, che invece Io ho assunto in Me nella sua totalità, per voi.

Se Mi chiedete di portare insieme la vostra croce, Io la renderò più leggera, vi aiuterò nel difficile cammino della vita, vi aprirò nuovi orizzonti che vi mostreranno come vicino alla caducità delle cose terrene, anche la malattia e le sofferenze vadano collocate in un'ottica diversa da quelle in cui l'odierna società le ha poste.

Cadranno tutte le barriere, senza nessun tipo di armi, solo con quei dardi che si sprigioneranno dal vostro cuore.

Sarete testimoni di grandi mutazioni, ed "Io Sono" aprirà le vostre menti affinché possiate accettare realtà al di fuori della vostra portata e cose meravigliose che "occhio non vide e mai orecchie udirono" alle quali ancora non tutti sono pronti.

Non abbiate paura, Io Sono un Padre d'Amore e desidero riposare nelle vostre stanze (Anime) su pensieri morbidi e caldi.

Ho steso per i vostri cuori inariditi una nuova Primavera di sole.

Vi amo.

"I Messaggeri di Pace piangono amaramente." Is. 33, 7 (Perché ora non vengono ascoltati; ndr)
"Il Mio Soffio divorerà come fuoco." Is. 33, 11
"I tuoi occhi contempleranno il Re nel Suo Splendore." Is. 33, 17
"Allora si schiuderanno gli occhi dei ciechi e le orecchie dei sordi si apriranno." Is. 35


Fonte del comunicato 

Nessun commento:

Posta un commento