martedì 6 marzo 2018

La Presenza Vera e Dimenticata dell'Angelo Custode



"Il Risveglio del Cuore" di  William Bouguereau  1825 - 1905

Sebirblu, 6 marzo 2018

Ripropongo, con un titolo rinnovato e più incisivo, un post che richiama tutti a riflettere come nessuno sia solo e quanto la presenza costante di un Essere, posto al nostro fianco dalla Bontà Divina, e purtroppo spesso dimenticato, sia una Realtà meravigliosa della quale parlava sovente anche Padre Pio, il Santo di Pietrelcina. (Cfr. QUI). 

E dal momento che il mio percorso spirituale ebbe inizio tanto tempo fa, proprio con l'aiuto prezioso dell'«Angelo Custode», dedico questo scritto a loro, che mai nulla chiedono e tutto danno all'umanità, affinché ogni Anima possa sentirsi rinvigorita e rassicurata nel corso della sua esistenza terrena.

Nei lontani anni '70 era difficile trovare delle risposte valide ed esaurienti ai vari interrogativi che ogni ricercatore si poneva. Non c'erano i grandi centri spirituali e le librerie specifiche che trattavano i temi esoterici oggi consueti.

Ma per coloro che in purezza di pensiero e di intenti desideravano fortemente conoscere e, come «affamati» (non c'è termine più adatto di questo) anelavano più di ogni altra cosa al cibo sostanziale, si apriva sempre una «porta».

Questa era costituita da un incontro «fortuito», dal regalo di un libro, da strane e incredibili coincidenze... che poi, ad un esame più attento, avrebbero portato ad un unico obbiettivo: il Risveglio interiore!

La frase «Quando il discepolo è pronto il Maestro giunge» è scritta su molti testi iniziatici e succede realmente così, quando però esiste un fondamento idoneo, ripulito in gran parte da tutta quella zavorra che ne impedirebbe o addirittura comprometterebbe l'ingresso alla vera Conoscenza.

Perciò, prima di presentarvi uno dei più poetici e profondi insegnamenti che allora, come neofita, ricevetti dal mio discreto Protettore invisibile, pubblico un importante ammaestramento proveniente dall'ispiratore della «Fratellanza tra gli Angeli e gli Uomini» trasmesso da Geoffrey Hodson.




Geoffrey Hodson (1886-1983) è considerato il più grande chiaroveggente del '900. Medico, e quindi formato ad una rigida scuola scientifica, era dotato della "seconda vista". Le sue esperienze con il mondo invisibile erano iniziate sin da bambino.

Lui vedeva le aure, le vibrazioni e le energie variopinte che si effondono da ogni cosa: dalle menti umane con i loro pensieri, dagli Angeli, dai deva, dagli spiriti di natura, dagli elementali ma anche dalle vallate, dagli alberi, dai fiori...

Riportava le osservazioni su tutto ciò che vedeva e udiva, con la stessa tranquilla precisione con cui compilava le cartelle cliniche dei suoi pazienti. Ha scritto diversi libri tra cui "Fratellanza tra Angeli e Uomini" che ho sopra citato e da cui ho tratto quanto segue:

"Gli Angeli rappresentano il Potere, la Vita e la Luce dell'Unica Suprema Sorgente di tutto l'Universo. Quando un uomo si mette in contatto con un componente del loro ordine, egli si pone in rapporto con quel potere.

Quando li invoca in suo aiuto, richiama quella vita. Allorché il velo gli sarà caduto dagli occhi, egli vedrà i suoi Fratelli angelici e quella Luce.

Potere, Vita, Luce: questi sono i doni che la Compagnia degli Angeli metterà nelle mani degli uomini.

Il Potere illimitato, la Vita inesauribile e la Luce, innanzi alla quale ogni tenebra si dileguerà, saranno vostri se respingerete lontano da voi l'indolenza, l'apatia, la tolleranza per le vostre colpe e per le vostre bramosie ritornando alla vita superiore.

Innanzitutto dovete pervadere le vostre Anime con l'Amore che non conosce limiti e nel quale il piccolo sé viene totalmente dimenticato.

Imparate quindi l'Arte di amare, perfezionate quel Potere sino a divenire grandi artisti, geni d'Amore. Lo scopo del vostro lungo pellegrinaggio attraverso il tempo e lo spazio è stato per farvi acquisire il supremo compimento dell'Amore.



"Amore e Psiche" - Louvre - Antonio Canova  1757 - 1822

Rinunciate al suo surrogato che cerca di possedere, di concupire; in tale rinuncia sorgerà un nuovo modo di essere. Nei vostri cuori nascerà il Cristo Bambino, con le mani vuote, ma esse potranno aprire le cataratte dell'Amore divino.

Sorgenti di tenerezza e di compassione scaturiranno dall'Anima e diffonderanno la guarigione e la salvezza nel mondo. Allora, fratelli miei umani, il passaggio alla Terra di Unione sarà per voi aperto e ci vedremo faccia a faccia.

Indi, potremo lavorare assieme per compiere la Volontà di Colui che sostiene l'Universo con i suoi numerosi globi roteanti per mezzo dell'inesauribile abbondanza del Suo Amore.

Ignorate voi stessi, purificatevi interiormente; poi chiedete l'aiuto degli Angeli nel nome di quell'Amore puro e senza egoismo.

Non vi è nessuna forma di sofferenza che non possiate alleviare, nessun male che non vi sia possibile far scomparire, nessuna oscurità ove non si possa portare Luce con la magia di tale Amore combinata con l'apporto angelico.

Con questa Conoscenza potrete eliminare ogni vostro problema poiché davanti al potere che essa conferisce ogni negatività si scioglie.



"Preghiera" - William Bouguereau  
1825 - 1905 

Cercate i sofferenti di cui è saturo il vostro mondo, non arretrate innanzi al dolore, né esitate a chiamarci al vostro fianco, nonostante la profondità dell'angoscia e per quanto fosco sia lo sbaglio o la vergogna.

Coloro che intendessero rispondere a questo invito debbono organizzarsi in gruppi e, col pensiero concentrato ed una ferma volontà, invocare gli Angeli in mezzo a loro.

Illuminati dall'Amore divino e uniti dalla volontà di servire, potremo lavorare assieme al fine di scacciare tutte le tenebre, espellere tutti i mali, guarire ogni malattia, distruggere l'ignoranza e portare la Luce della Sapienza nel cuore e nelle menti degli uomini.

Possiamo purificare l'atmosfera di ogni città, affinché ogni bimbo nascente possa crescere in un mondo nuovo.

Non dovete temere per il risultato; bandite da voi ogni dubbio concernente la nostra esistenza e la potestà di aiutarvi.

Presto avrete le prove della possanza e dell'efficacia di ogni Opera d'Amore che uomini ed Angeli possono intraprendere in mutua cooperazione. Non indugiate, il tempo è maturo per iniziare il lavoro comunitario.



William Bouguereau  1825 - 1905

Radunatevi nei vostri gruppi, con il forte intento di inviare potenti effluvi di benedizione e di Amore a quelle persone che tentate di guarire, a quei luoghi che volete depurare ed illuminare.

Seduti in circolo, cercate di unire i vostri pensieri finché vi sentirete unificati con i vostri Fratelli angelici. Elevatevi nel mondo dell'Unione e lì invocate il potere e la benedizione dell'Altissimo pronunciando queste parole:

«O Santo Signore dei Cieli, Istruttore degli Angeli e degli Uomini! Invochiamo la Tua grande Potenza in tutto il Suo Splendore; il Tuo Amore eterno in tutta la Sua Energia; la Tua Sapienza infinita in tutta la Sua Perfezione, affinché possano fluire attraverso noi come onda irresistibile (su questa casa o persona).

Dinnanzi alla viva corrente del Tuo incommensurabile Potere, si squarceranno le Tenebre, saranno cambiati i cuori degli uomini ed essi cercheranno e troveranno il Sentiero della Luce, Amen.»

Mentre scende la Sua potente Energia, proiettatela con tutta la concentrazione e la forza della vostra volontà sul luogo o sulla persona che cercate di aiutare.

Poi, rivolgendovi agli Angeli dei membri del vostro gruppo, dirigeteli con il pensiero ad operare come portatori e conservatori del Potere e a lavorare nella causa comune per cui sono stati chiamati.




Se qualcuno tra voi si mostra indiscreto (senza alcun senso della misura o della opportunità; ndr) occorre allontanarlo subito dalla cerchia, per non inficiare in alcun modo il buon esito dell'emissione.

Vi è un gran potere nel silenzio, perciò deve essere una delle virtù essenziali che dovrete cercare in coloro che desiderano partecipare al nostro lavoro. 

L'unità, infatti, è veramente il cuore e l'essenza del Potere con il quale operiamo.

Salvaguardando in questo modo i nostri intenti, cominciamo a stabilire una Nuova Era sulla Terra, che deve essere gloriosa fin dalla sua nascita e così raggiungerà un fulgore e una bellezza al di là dei nostri più grandi sogni."

Brano tratto dal libro di Geoffrey Hodson:  «Fratellanza tra gli Angeli e gli Uomini»




Ecco dunque, come dianzi promesso, la splendida prosa poetica ricevuta nel lontano ottobre 1969.

VITA  e  MORTE

Nella brutale ignoranza terrena,
fatta di forma e di materia,
trovi soltanto una vaga illusione
che non ti ripaga della stessa moneta,
ma sempre ricorda in ogni momento,
prima t'innalza, poi ti sprofonda
spingendoti giù, sempre più in basso,
fintantoché mordendo la terra,
vestito soltanto della tua pelle,
non guarderai tremante là, in Alto,
in cerca d'aiuto, che troverai solo ad un patto:

avere la forza di superare
ciò che è esteriore e senza importanza,
lasciando da parte il falso splendore
ed accettando con convinzione
l'Unico, Vero, Insegnamento che Dio t'ha donato. (Il cammino dell'Amore).
È in questo cammino, molto più duro,
ma tanto più dolce, che ti instraderai,
scoprendo al più presto
che valeva la pena di mangiare la terra
e sentirne il sapore...

e perpetuare così, o caro mortale,
un ciclo continuo di vita e di morte.

Sebirblu.blogspot.it


Nessun commento:

Posta un commento