sabato 21 dicembre 2013

Il Messaggio di Natale di P. Ubaldi - Un Vero Dono

 

 
Sebirblu, 21 dicembre 2013

A voi Lettori cari, che seguite le mie pubblicazioni con il cuore più che con la mente, dedico questo messaggio incommensurabile trasmesso da un Essere straordinario che mise a disposizione tutto di sé per servire l'Altissimo: Pietro Ubaldi (QUI).

Sebbene risalga al lontano Natale 1931, il tempo non ne può attenuare la potenza perché essa proviene dalle regioni in cui l'Eterno Presente è in atto, né  tanto meno può scalfirne l'efficacia.

È un alimento per l'Anima che "affaticata e stanca" necessita della linfa vitale per non abbandonarsi all'incalzare ineluttabile degli eventi senza speranza alcuna.

Da questa lettura, essa  ne trarrà nuovo vigore, preparandosi ad assaporare il meraviglioso cambio dimensionale che la pervaderà innalzandola a più alti livelli di vita.

Desidero porgere questo dono alla "Perla" nascosta che vive in ognuno di voi, in quello scrigno ineffabile che ospita l'Essenza Divina e che ci unifica tutti in una sola Coscienza.

 
 
 
Messaggio di Natale

"Nel silenzio della notte sacra, ascoltaMi. Lascia ogni sapere, i ricordi, te stesso, tutto dimentica, abbandonati alla Mia voce, inerte, vuoto, nel nulla, nel silenzio il più completo dello spazio e del tempo. In questo vuoto odi la Mia voce che dice: "Sorgi e parla - Sono Io".

Esulta della Mia presenza: essa è gran cosa per te, è un gran premio che hai duramente meritato; è quel segno che tanto hai invocato di quel più grande mondo nel quale Io vivo e in cui tu hai creduto.

Non domandare il Mio nome, non cercare di individuarmi. Non potresti, nessuno potrebbe; non tentare inutili ipotesi. Tu Mi conosci lo stesso.

La Mia voce così dolce per te, così amica per tutti i piccoli che soffrono nell'ombra, sa essere anche tremenda e tonante come mai tu Mi sentisti. Non ti preoccupare; scrivi.

La Mia Parola va diritta nel profondo della coscienza e tocca l'Anima di chi ascolta, sul vivo. Sarà udita solo da chi si è reso capace di udirla. Per gli altri andrà perduta nel vociare immenso di tutti. Non importa; deve essere detta.

Io parlo oggi a tutti i giusti della Terra e li chiamo da ogni parte del mondo perché riuniscano le loro aspirazioni e preghiere e ne facciano un fascio che salga verso il Cielo.

Nessuna barriera di Religione, di Nazione o di Razza li divida. Perché presto una sola sarà la divisione tra gli uomini: quella del giusto e dell'ingiusto. La divisione è nell'intimo della coscienza e non nella vostra esteriorità visibile.

Tutti quelli che sinceramente vogliono, possono comprendere e ciascuno, da solo, senza che il vicino possa vedere, saprà "Chi" è. La Mia Parola è universale, ma è anche appello intimo, personale, ad ognuno. Molti la riconosceranno.

Un gran rivolgimento si approssima nella vita del Pianeta. Questa Mia è una voce; ma ne saliranno presto sempre di più forti e fitte da tutte le parti del mondo perché il consiglio non sia mancato a nessuno. Non temere; scrivi, guarda.

 
 
 
Guarda la traiettoria degli eventi umani come si delinea nell'avvenire: quando non si è chiusi nella ferrea gabbia dello spazio e del tempo si vede "naturalmente" il futuro. Ma ciò che ti mostro è anche logico, secondo la vostra deduzione umana, quindi a voi comprensibile.

I popoli, come gli individui, hanno una responsabilità nello sviluppo storico, dallo svolgimento conseguente, secondo un concatenamento di cause che, se è libero nelle premesse, diventa necessario nelle ripercussioni.

La Legge di Giustizia, aspetto della misura universale, secondo cui tutto avviene - anche nel vostro mondo - vuole che l'equilibrio sia ricostruito e che le colpe e gli errori debbano essere corretti attraverso il dolore.

Ciò che voi chiamate male e ingiustizia è ovvia e giusta reazione che neutralizza gli effetti delle vostre opere. Tutto è voluto, tutto è meritato anche se voi non siete in grado di ricordare il come e il quando.

Il dolore abbonda nel vostro mondo perché è mondo selvaggio, luogo di pena e di prova, ma non temetelo. Esso è l'unica cosa di veramente grande che voi abbiate laggiù perché è lo strumento che possedete per il personale riscatto e liberazione. "Beati coloro che soffrono", il Cristo vi ha detto.

L'evoluzione della scienza, principale prodotto del vostro tempo, continuerà ancora per progredire nella materia. Accumula intanto le energie, la ricchezza, i mezzi per una nuova grande conflagrazione.

Immaginate a qual punto arriverà il progresso meccanico ancora protratto, se tanto ha già fatto in pochi anni! Veramente non vi saranno più distanze e la società dei popoli sarà così intercomunicante da formare una società sola.

Ma la mente umana cambia direzione ogni tanto, vive di cicli o di periodi, poiché in ognuno di questi deve affrontare un problema diverso. II futuro contiene non continuazioni ma mutamenti, conseguenza di un processo naturale di saturazione.

Il vostro progresso scientifico tende a divenire e diverrà così ipertrofico - perché non bilanciato da un parallelo progresso morale - tanto che l'equilibrio negli eventi storici non potrà più mantenersi.

 
Jim Warren

Il dominio dell'uomo sulle forze naturali è andato e andrà sempre crescendo senza alcun precedente nella storia; un potere immenso al quale non siete moralmente preparati, perché la vostra psicologia è purtroppo, sostanzialmente, quella del tenebroso Medio Evo.

Un potere troppo grande e troppo nuovo per le vostri mani inesperte. L'uomo acquisirà un tale senso di orgoglio e di forza che si tradirà.

La difformità tra la vostra potenza e il livello etico della vostra vita si accentuerà sempre più poiché ogni momento che passa è per voi, ormai lanciati in questa direzione, irresistibilmente giorno di progresso materiale.

Le idee sono lanciate nel tempo, con una mossa propria, come i bolidi nello spazio. Io vedo un innalzarsi lento ma costante della tensione che prelude all'inevitabile scoppio della folgore.

L'esplosione è l'ultima conseguenza, anche secondo la vostra logica, di tutto il movimento. Sproporzione e squilibrio non possono durare; la Legge vuole che si risolvano in un nuovo equilibrio.

Come l'ultima molecola di ghiaccio fa crollare l'iceberg gigantesco, così da una scintilla qualsiasi nascerà l'incendio. Una volta i cataclismi della storia, vivendo i popoli isolati, potevano rimanere circoscritti, ma non ora. Molti Esseri che nascono oggi, vedranno...

La distruzione però è necessaria. Sarà annientamento solo di ciò che è forma, incrostazione, cristallizzazione, di tutto ciò che deve cadere, perché resti solo il concetto che sintetizzi il valore delle cose.

Un enorme lavacro di dolori è indispensabile perché l'Umanità ritrovi l'armonia liberamente violata; grande male, condizione di un bene maggiore.

Poi l'Umanità purificata, alleggerita, più selezionata per aver perduto i suoi elementi peggiori, si raggrupperà intorno agli ignoti che oggi soffrono e seminano in silenzio e riprenderà rinnovata il cammino ascensionale.

 
Jim Warren
 
Inizierà una Nuova Era in cui sarà lo Spirito a dominare e non più la materia ridotta in schiavitù. Allora imparerete a vederCi e ad ascoltarCi; Noi scenderemo in folla e voi vedrete la Verità.

Per ora basta. Va, riposa. Tornerò; ma ricorda che la Mia Parola è parola di Bontà e solo uno scopo di bontà potrà attirarMi. Là dove esisteranno la semplice curiosità, il desiderio di emozioni o la superficiale e scettica indagine scientifica, Io sarò assente.

Soltanto la Bontà, l'Amore, il Dolore, mi attraggono. Io presiedo al progresso spirituale del vostro Pianeta e al fine di tale progresso è consona maggiormente un'opera buona che una scoperta scientifica.

Non chiedete la prova del prodigio quando potete avere quella della Ragione e della Fede. È la vostra bassezza che vi porta ad ammirare come segno di verità e di potenza l'eccezione che vìola l'Ordine Divino.

Se ciò può stupire e convincere voi, anarchici e ribelli, per Noi, in Alto, essa è la più stridente e offensiva dissonanza, è la violazione più ripugnante di quell'Ordine supremo in cui riposiamo, nella cui sintonia vibriamo contenti.

Non cercate una simile prova, ma trovatela nella qualità delle Mie parole.

A tutti dico:"PACE!"


 

giovedì 19 dicembre 2013

Strano Nesso! Mandela – Aeroporto di Denver – Ison

 
 
 
La connessione tra la morte di
Mandela, l'aeroporto di Denver e la Cometa ISON

 
A prima vista, nulla sembra collegare il decesso di Mandela all'aeroporto di Denver e alla Cometa Ison... tuttavia una connessione appare plausibile.

Prima di tutto necessita riportare alla memoria un'informazione-chiave che è stata abilmente taciuta sia dal governo sudafricano che dai media allineati:

Nelson Mandela è deceduto nel mese di giugno, in ospedale, in seguito ad un'insufficienza multipla di organi.

Questa notizia era stata rivelata fin da allora dal "Guardian Liberty Voice", QUI e QUI.

Malgrado le critiche, il giornale ha mantenuto i propri servizi online e ottenuto anche la registrazione di un dialogo proveniente da una fonte, entro lo stesso governo QUI, che ha confermato come l'anziano ex presidente sia morto l'11 giugno scorso.

Non solo la governance sudafricana non ha intentato alcuna azione legale contro il Guardian, ma il quotidiano è stato fatto segno più volte di attacchi informatici provenienti dall'Africa del Sud a riprova che aveva messo il dito su qualcosa di sensibile.

In queste condizioni, necessita arrendersi all'evidenza e constatare che le esequie di Mandela sono risultate essere un inganno totale.

Si è arrivati anche a mettere un falso interprete, per la lingua dei segni, il quale durante la cerimonia ha fatto più volte il gesto delle corna con la mano.

 
 

 
 
Uno dei nipoti presenti ha detto anche una frase molto interessante:

"Sei stato un Faro in tutto il mondo, simile ad una cometa che emana scie di Luce affinché ognuno ti potesse seguire."

Le domande che ora sorgono sono:
 
perché l'annuncio della sua morte è stato rivelato soltanto a dicembre?

È possibile che tale notizia sia stata ritardata scientemente per farla coincidere con un preciso programma politico o astronomico?
 
Perché quasi un centinaio di leader politici si sono spostati per dei funerali finti?

 
 
 
Un articolo della CBC News dell'8 dicembre, QUI, ha notevolmente suscitato la mia curiosità.  Infatti, dice:

"Subito dopo l'interramento, ritireranno la bandiera sudafricana... e stenderanno sulla bara una pelle di leopardo."

Evidentemente si tratta di un simbolo associato a Nelson Mandela da lungo tempo.

 
 
 
Non è sconcertante ritrovare proprio in uno dei murales dell'aeroporto di Denver un leopardo morto, in primo piano, mentre sullo sfondo vi è una devastazione dovuta ad un incendio?

Alla sinistra delle fiamme (per chi guarda; ndt), si nota un alone che incorpora una città, simile alla scia (pestifera; ndt) di una cometa, che provoca al suo passaggio la distruzione degli alberi e la morte di numerosi animali.

Ma ciò che diventa maggiormente interessante è vedere quello che parrebbe essere un Maya (in basso) fare un'offertail leopardoa QuetzalcoatlHorus-Satan – che viene rappresentato un po' più in alto mentre esce dalla sua teca.

 
 
 
Guarda caso, le cerimonie in onore di Mandela terminano il 16 dicembre, ultimo giorno del calendario Maya, e tutta una serie di "Illuminati", presidenti e celebrità, si ritroverà a qualche passo dal monumento Voortrekker a Pretoria, dedicato alla gloria di Ra, cioè Horus.

Gerhard Moerdijk, l'architetto franco-massone dell'edificio, indica trattarsi di un altare, un santuario, QUI. Si ritorna sempre a questi antichi rituali che ispirano tanto gli Illuminati.

È ovvio che, come sempre, la fabbrica della disinformazione Wikipedia ci racconti tutt'altra cosa su questo monumento.

 
Monumento Voortrekker a Pretoria 
 
Possiamo davvero pensare che tutto ciò sia una coincidenza se è soltanto questo il giorno, proprio il 16 dicembre,  in cui un raggio di Sole  penetra ad illuminare il cenotàfio (tomba vuota; ndt) che si trova all'interno dell'edificio?

 
 
 
Il contesto appare oscuro a noi, ma deve pur avere un significato esoterico per questi iniziati!

Vediamo ora il rapporto con la cometa ISON:

La NASA ci ha avvertito di questo nel mese di aprile QUI:

"La pioggia di meteoriti colpirà il nostro Pianeta da due direzioni  differenti in contemporanea."

Quando la Terra attraverserà il nugolo di detriti, noi incroceremo due nubi di polvere cometaria. Uno sciame seguirà la cometa ISON nel Sole.

L'altro si muoverà nella direzione opposta, spinto lontano dall'astro per la pressione delle sue stesse radiazioni.

I flussi arriveranno da due lati opposti della Terra, simultaneamente. "Nella mia esperienza, questo genere di duplicità è senza precedenti", spiega Wiegert.

L'Osservatorio russo di Pulkovo ha rilasciato una dichiarazione al giornale Itar-Tass, QUI, alla fine di novembre. L'articolo è parzialmente tradotto (in francese; ndt) QUI:

"La distruzione della Cometa ha provocato un forte rallentamento della velocità e un cambio direzionale dei suoi detriti."

"Ciò che resta di ISON intersecherà il percorso della Terra intorno al Sole una settimana più tardi del previsto, poco prima del Nuovo Anno, e potrà entrare in collisione con il nostro Pianeta."

"Tra San Silvestro e il periodo dal 2 al 4 gennaio 2014, ci aspettiamo un incremento dell'attività meteorica."

"Durante questo lasso di tempo non si può escludere la caduta di un meteorite più grande sulla superficie della Terra."

 
Osservatorio Astronomico di Lisbona - Portogallo
 
L'osservatorio di Lisbona ha divulgato importanti informazioni sulla Cometa ISON nel luglio scorso.

Dapprima, non vi ho prestato alcuna attenzione perché le notizie sono apparse in rete su Science Forum.

Il post è stato poi cancellato, ma ho trovato l'articolo originario QUI. Nulla sul sito dell'Osservatorio; si tratterebbe dunque di un comunicato non ufficiale.

Ciò che appare interessante è che dalla sua eliminazione è comparso poi su tutta la linea:

"Viene detto che i frammenti della Cometa ISON colpiranno la Terra nel mese di dicembre basandosi su un'emulazione effettuata utilizzando il supercomputer Tiger-2  e un modello di loro proprietà.

L'Osservatorio sostiene che quando la Cometa penetrerà nell'atmosfera del Sole, il ghiaccio cambierà stato improvvisamente trasformandosi in un gas propulsore che ne modificherà la traiettoria.

Viene affermato inoltre che i detriti cometari si diffonderanno assumendo la forma di un cono avente un diametro basale di 300.000 km; questa è la distanza tra la Terra e la Luna.

Dopo aver incrociato il Sole, Ison sarà estremamente disgregata. I suoi frammenti potranno avere le dimensioni di un campo di calcio come quelle di una grande nave.

Viene riferito che la propulsione repentina cambierà la loro direzione, provocando una pioggia cometaria che colpirà la Terra in dicembre."

A prescindere dall'ipotetica collisione con la Terra nell'ultimo mese dell'anno (troppo presto per dirlo), la loro teoria si è dimostrata molto più realistica di quella della NASA.

Infatti, tutto si è svolto come descritto nella simulazione. Si rivelerà così esatta anche la fine?

Ecco le immagini dei detriti rimasti di ISON dopo il suo passaggio dal perielio. È ben visibile una forma di cono con numerosi frammenti dalle misure notevoli.

Tuttavia la NASA non ha esitato recentemente a ribadire che si tratta soltanto di una nuvola di polvere diffusa, QUI. (Sempre al top la NASA...).

 

 

 
 
Ecco una foto satellitare di ISON del 4 dicembre scorso: sembra forse della polvere?

 
 
 
I detriti che si sono rapidamente sparpagliati nel percorso di milioni di chilometri potrebbero seguire questo modello orbitale. QUI il link del filmato dall'Osservatorio di Lisbona.

La morte di Mandela sembra quindi contrassegnare un momento importante nell'agenda degli Illuminati, probabilmente un messaggio per tutti coloro che ne fanno parte.

Resta da vedere quello che ci aspetta nei prossimi mesi. Al di là di queste coincidenze inquietanti, il futuro ce lo dirà.


 

martedì 17 dicembre 2013

Olivier de Rouvroy è trapassato!



Sebirblu, 16 dicembre 2013

Gentili Lettori,
Vi invito ad onorare quest'Anima bella, che si è tanto adoperata per tutti noi nel Cammino della Luce, leggendo le sue opere (da me tradotte) che sono una più interessante dell'altra. È sufficiente cliccare il suo nome sulle etichette per trovarle tutte.

Lo scritto che segue è la comunicazione pubblicata sul suo sito. La sua biografia la troverete QUI.


Olivier de Rouvroy

La dipartita di Olivier de Rouvroy

Olivier de Rouvroy, scrittore e webmaster del blog erenouvelle.fr, è partito per l'altro mondo il 19 novembre 2013.

In molti fra noi (soprattutto i francesi o coloro che ne conoscono la lingua; ndt) si sono interrogati sul suo prolungato silenzio dal momento che l'ultimo articolo risale al 5 luglio scorso.

Di fatto, dal giorno 19 di quello stesso mese, lo stato di salute di Olivier aveva raggiunto una fase critica non permettendogli più di creare dei nuovi scritti.

Tuttavia, le energie che hanno circonfuso il suo trapasso indicano che tutto si è svolto nella pace, aldilà della prova della malattia, ed Olivier se ne è andato dal piano fisico con il sostegno di Laurence, la sua compagna, per una liberazione in grande dolcezza.

Auspichiamo ormai che il nostro fratello e amico abbia già raggiunto, adesso, gli stadi luminosi che ha così spesso menzionato nei suoi saggi. Ci permettiamo qui di rendere omaggio all'Opera compiuta da Olivier de Rouvroy.

Da una quindicina d'anni si era dedicato entusiasticamente alla missione di portatore di Luce e di informazione attraverso i suoi libri e il suo sito qui di seguito. 
«Ère Nouvelle» prima versione dal 1999 al 2008:

Poi come blogger dal 2011 al 2013, pervenendo a toccare le Coscienze di centinaia di migliaia di persone in tutto il mondo.

Ma ben oltre, Olivier resterà un personaggio eccezionale e in perfetta sintonia con il suo tempo, improntato al senso dell'umorismo benevolo e lucido e affinato dalla sua percezione dell'avvenire e degli sconvolgimenti occulti di cui è stato testimone attivo.

Ci lascia in eredità le sue 7 opere:

Le temps des tribulations/Hilarion (Ed. Ramuel)
Il tempo delle tribolazioni/Hilarion.

Victoire de Mikhaël sue les deux armées de l’ombre (Ed. Altess)
Vittoria di Michele sui due eserciti dell'ombra.

Nos amis d’en-haut (Ed. Les Sentiers de St Jean)
I nostri amici dall'Alto.

L’avènement de l’ère nouvelle (The Book Edition)
L'Evento dell'Era Nuova.

Contacts extraterrestres (The Book Edition)
Contatti extraterrestri.

Messages pour l’ère nouvelle (The Book Edition)
Messaggi per l'Era Nuova.

Les codes d’accès à l’ère nouvelle (The Book Edition)
I codici d'accesso per l'Era Nuova.

Il suo blog resta a disposizione di tutti voi e certi siti ne offrono la versione obsoleta chiusa nel 2008.

Grazie Olivier... possa tu dall'altro mondo continuare il tuo lavoro. L'Evento dell'Era Nuova che hai annunciato si approssima, in una maniera o nell'altra, e l'Opera di apertura delle Coscienze è più che mai in atto aldilà del muro del visibile, in questo mondo e oltre...

Buon viaggio fratello caro!

V.B.


giovedì 12 dicembre 2013

Conferme: Dr. Greer - Bombe su Ison - È Nave-Madre




Sebirblu, 12 dicembre 2013

Cortesi Lettori,

ad avvalorare quanto dichiarato da Tolec sulla Cometa Ison-Xanterexx (QUI, QUI e QUI), compreso l'annuncio del suo bombardamento, esistono altri riscontri di varia natura, come quello proveniente dal congresso sul "Disclosure" del maggio di quest'anno con l'autorevole voce del Dr. Steven Greer.

Egli ha dichiarato, infatti, che un'enorme astronave-madre di 26 miglia di diametro è parcheggiata sull'anello esterno del nostro sistema solare, mentre altre "piccole" navi intergalattiche ed una più grande da ricognizione sono posizionate all'interno del nostro complesso planetario.

Tutte le imbarcazioni spaziali di minori dimensioni che solcano i nostri cieli provengono da queste navi-supporto che stanno preparando il Primo Contatto massivo con la Terra.




Viene anche confermata una predizione tramite visione remota del 27 ottobre, su quanto accaduto, verificatasi mentre ZSL (titolare del sito "educate-yourself.org") stava meditando sui fatti esposti da "spaceweather.com"

Egli ha visto due bombe nucleari da 50 megatoni sganciate e fatte esplodere in direzione della Cometa Ison. Lo scopo sarebbe stato quello di stimolare la creazione di enormi eiezioni di massa coronale dall'altro lato del Sole che avrebbero raggiunto la Terra.

Ciò avrebbe causato interruzioni elettromagnetiche e un evento senza precedenti, possibilmente il colpo decisivo per i sistemi di comunicazione elettronica come i computer, un'inaspettata "crisi", uno scenario ideale desiderato dai nostri traditori "Illuminati".

Sì, perché in questo modo avrebbero dato il via alla fase successiva dei loro piani di acquisizione del Nuovo Ordine Mondiale. Invece il programma non ha avuto l'esito che essi si sarebbero atteso facendo svanire la loro speranza.

Questa è la visione descritta da ZSL che, probabilmente non essendo a conoscenza dell'ipotesi "Ison=Xanterexx" e della sua capacità mimetica o di occultamento, espone quello che ha visto non considerando altre ipotesi.

In questo modo mette in evidenza però gli intendimenti diabolici della Cabala che già altre volte ha preso di mira le comete come risulta anche da noi, in Italia, dal prestigioso Osservatorio Remanzacco di Udine, QUI.

Di seguito il suo racconto.




"Due bombe da 50 megatoni sono state proiettate sulla Cometa ISON mentre si trovava fuori dall'orbita di Giove penetrando per parecchie centinaia di metri sui lati opposti del nucleo.

L'ordigno numero uno è stato fatto esplodere il giorno precedente il raggiungimento del perielio, un'ora prima del 28 novembre 2013. In quel momento la sua luminosità si è affievolita di dieci volte.

Il corpo cometario si è disintegrato di circa il 35% e il resto ha ruotato su sé stesso come una centrifuga lenta. La maggior parte del materiale rilasciato è andato sulla coda. Questa è rimasta bloccata nella parte esterna del Sole per i quattro giorni successivi.

Poi si è diffusa dolcemente, ma in prevalenza si è potuto osservare come una scia di vapore trattenuta dalla corona.

Allorché ISON vi si è immersa più in profondità, la sua coda è scomparsa perché si trovava all'esterno del calore intenso coronarico e della fotosfera circostante.

Le temperature sono inferiori tra la corona e la superficie solare. Il paradosso del plasma coronarico in milioni di gradi F. e la superficie del Sole, che invece ne segna 8000, è conosciuto approssimativamente da un secolo. ISON ne ha mostrato ancora una volta la veridicità.

Per quasi dodici ore è rimasta invisibile alle camere SDO, costituita solo da una minuscola macchiolina di mezzo miglio di diametro completamente senza aureola né coda. Non emetteva abbastanza gas per essere vista.

Durante il transito sotto la corona, la seconda bomba è stata fatta detonare. Un altro 60% della massa originaria è schizzata via rapidamente lasciando l'ultimo 5% della coda spiraliforme quando si è resa visibile.

Ora ISON è una cometa quasi senza testa. Si tratta di un campo diffuso di detriti che finirà in orbita attraverso il nostro sistema solare. La pioggia di meteore in arrivo sarà luminosa.

L'intento di coloro che hanno lanciato le due bombe sarebbe stato quello di provocare un disastro come sopraddetto. Non ci sono riusciti.

Il Sole ha anticipato questo assalto e contrastato le energie internamente. Ci sono state alcune eruzioni ma lontane dalla Terra.

Sembra pure che ci sia stato qualche altro tipo di intervento umano, tramite impulso elettromagnetico artificiale, simultaneamente alla deflagrazione delle bombe.

La rete elettrica è ancora attiva e il computer sembra funzionare regolarmente."




ZSL, l'autore di questa esposizione, è dotato a mio avviso di una grande sensibilità e le seguenti parole, che riporto da un altro suo interessante articolo, lo dimostrano:

"Fare esplodere comete è una cosa pericolosa. "Possono tornare a mordere". Se i coordinatori del programma spaziale segreto stavano semplicemente testando un sistema d'arma di nuova concezione, allora hanno scelto l'area di prova sbagliata.

Ora hanno distrutto due comete in sei anni. Ce ne possono essere altre. Si tratta di Esseri viventi. Sono antiche e sagge. I loro corpi di plasma si estendono a centinaia di migliaia di chilometri dal loro seme-nucleo.

Il Sole ha espulso molti brillamenti dal 21 ottobre 2013. Gli Angeli solari piangono in angoscia. Le comete sono le figlie del Sole e il Sole protegge i suoi figli... e con questi la vita sulla Terra."

Zuerrnnovahh - Starr Livingstone






Ora proseguo nel presentarvi un messaggio proveniente dal Giappone che conferma ancora una volta l'identificazione della Cometa Ison con un'astronave-madre.

Saeko Morishiro, 7 dicembre 2013

A volte le persone si trovano in serie difficoltà quando ipotizzano risultati negativi in base a varie informazioni. La confusione aumenta quando l'intensità della Luce diventa più forte.

Questo fatto si verifica in tutti i sistemi sociali, dai micro ai macro nello stesso tempo. Tuttavia, gli eventi oscuri e le scorie non possono essere più mantenuti segreti.

Al momento, siccome esistono delle discordanze informative riguardo ad ISON e al Sole, il seguente messaggio del Creatore viene trasmesso ai fini di un chiarimento della situazione.

"ISON non è una cometa, ma un'astronave-madre.

Questa nave intergalattica è variabile per forma, colore e visibilità secondo il volere degli operatori. Essi possono spostarne la posizione e la modalità di visione in un istante.

Pertanto, può essere nascosta all'occorrenza e, a volontà, resa visibile in seguito.

La tecnologia ad essa applicata supera di gran lunga quella degli studiosi e degli ingegneri terrestri più progrediti.

Secondo diversi scienziati del vostro Pianeta, ISON avrebbe perso la sua massa a causa del tremendo calore emesso dal Sole.

Ma l'astro non è una sfera emanante magma o fiamme. È un Ente energetico altamente evoluto e amorevole, non un soggetto che brucia elementi ad alta temperatura. Si può dire che è uno degli aspetti dell'Amore di Dio.

Il Sole è una travolgente energia in sé stesso. (Per maggiori approfondimenti consiglio di leggere QUI; ndt)

È assolutamente impossibile che un qualsiasi oggetto bruci avvicinandosi alla vostra Stella, a motivo dell'Amore immenso che effonde e quindi non può danneggiare nessuno.

Il Sole è la Fenice materializzata, un simbolo di resurrezione, un'energia impetuosa così come viene raccontato nelle mitologie."