lunedì 26 novembre 2012

Le tre fasi della Transizione

Sebirblu, 26 Novembre 2012

Gentili lettori, questo messaggio è senza data ma non è dei più recenti, quindi, vi prego di considerare che il risveglio dell'Umanità, come saprete, può mutare le linee temporali e quindi mitigare anche i relativi eventi catastrofici dei quali qui si fa menzione.
 
A tal proposito, in un altro comunicato di quest'anno, ci viene detto che siamo letteralmente saltati da una linea di tempo ad un'altra per il nostro avanzamento di consapevolezza! Speriamo bene! QUI il link. 


 
Le tre fasi della Transizione
 
Tramite Monique Mathieu:

"Ci saranno tre fasi nella Transizione.

La prima avrà luogo interamente alla fine della terza dimensione. È quella in cui si avranno molti trapassi a causa di ciò che chiamate catastrofi.

La seconda avverrà quando ci sarà il passaggio vibratorio tanto importante dopo i tre giorni di buio.

La terza darà l'inizio alla quinta dimensione e alla sua stabilità".

Tenterò di proiettare la mia coscienza nella prima fase, se me ne danno l'autorizzazione. Mi dicono:

"Non è così necessario che tu la descriva, perché si manifesterà agli occhi di tutti gli uomini in un tempo relativamente breve.

Dopo questi eventi (le catastrofi e i trapassi; ndt), ci sarà un grande silenzio sulla Terra, come se tutti i rumori fossero stati assorbiti, come se ogni cosa si fosse fermata. Questo durerà molto poco, ma tale tempo di silenzio avrà luogo.

 
 
(Proprio come si legge nell'Apocalisse di Giovanni al paragrafo 8; ndt).

Ciò sarà propizio alla preparazione della seconda fase, un periodo in cui la paura si impadronirà di parecchi umani e in quel momento saranno inviate molte sfere di energia che penetreranno non soltanto la terra, la materia, ma anche ogni vita.

Serviranno per tranquillizzare e per contribuire al compimento di questa seconda parte della Transizione. Ovviamente, durante questo lasso di tempo ci saranno assai meno abitanti su questa Terra."

Vengo proiettata in questo periodo. Provo a sentire quello che accade intorno a me. Percepisco degli Esseri che sono in una pace, in una serenità che li rende attoniti. Tutto è cambiato ovunque guardino e ne provano un'immensa gioia.

Ciò che risulta più stupefacente è che persino delle Individualità che non hanno intrapreso alcun percorso spirituale sentono questa atmosfera, questa pacatezza, è come se una grande letizia li pervadesse e non conoscono da dove vengano queste sensazioni.

Esse scaturiscono dal più profondo del loro essere e dalla loro coscienza. Cominciano a comprendere ciò che è l'Amore, ciò che è la fraternità.

Iniziano anche a comunicare tra loro in una maniera ben diversa da quella attuale. La telepatia si espande in un modo estremamente rapido.

Sento sempre questo silenzio. È una sensazione strana, è come se il mentale di tutti gli Esseri si fosse zittito. Gli uomini e la natura sono in attesa di un'imponente rinascita, di una nuova vita.

Coloro che sono ancora nella paura si calmano ed io penso che sia dovuto alle sfere di Luce che vengono inviate sul nostro mondo.

Desidererei ora andare più lontano se me ne danno la possibilità. Vorrei proiettarmi nella terza fase.

Passo ancora attraverso un velo e mi trovo adesso in un mondo di Luce. Vedo la nostra Terra. È differente, è armoniosa.

 

La vita è mirabile. Tutta la vegetazione si esprime e questo significa che comunica con gli umani. I fiori sbocciano ed emanano un profumo assolutamente straordinario. Non è ancora la perfezione, ma è il principio di una incommensurabile  bellezza,  di  una  immensa  serenità.

All'inizio di questa terza fase, vedo un gran numero di persone. Sono esitanti, tuttavia sono felici. Sono incerte perché non conoscono ancora quello che faranno e come gestiranno la loro vita.

Vedo adesso delle grandi astronavi che brillano nel cielo. Alcune sono molto lunghe, altre sono ovali ed altre ancora sono assai minuscole.

Scorgo ora dei piccoli velivoli che escono da un enorme vascello ovoidale e vengono sulla Terra. Atterrano e ne escono degli Esseri molto sorridenti.

Gli umani non hanno paura, si dirigono verso di loro nella più totale fiducia. Guardo, e ciò è molto strano, come se tutti si conoscessero e si abbracciassero. Mi spiegano:

"Si riconoscono! Possono intendersi con il pensiero ma hanno anche la capacità di comunicare attraverso le parole.

Coloro che vanno incontro ai terrestri si avvalgono parecchio del suono, come se cantassero delle lodi. Nel momento in cui usano la loro voce emettono delle note melodiose. Hanno questo modo armonioso di esprimersi".

Mi fanno ascoltare dei suoni. Non provengono dalle persone che ho visto ma da altre che non riesco ad individuare. Da esse proviene una musica formata dalle loro voci che mi rapisce animicamente. Sono delle melodie a frequenza vibratoria molto elevata.

Mi piacerebbe restare ancora un po' su questo piano, in tale livello energetico.

Immaginate un ambiente dove tutto è gentilezza, tutto è bontà e fraternità. Eppure si tratta di una dimensione fisica! (Ma di una materia più sottile, fluidica; ndt).

In simile contesto i corpi sono perfetti. Non ci sono più disarmonie, non ci sono più imperfezioni perché gli Esseri sono integri nel loro mentale, nella loro testa. Non generano più pensieri limitanti, né contorti.

 
 
Chiedo che mi lascino ancora lì qualche istante, ma rispondono:

"Necessita ora che tu ritorni dall'altro lato del velo.

Servitori della Luce, è la vostra Opera di Luce e di Amore che permetterà a questo Pianeta, a questa vita di passare nella terza fase della Transizione.

Voi preparate la venuta di tutte queste sfere. È il vostro Amore che consentirà loro di compenetrare la densità di terza dimensione.

Più ci sarà Amore nel cuore degli uomini, maggiormente esse verranno ad aiutare la trasformazione della materia e la Transizione.

Più ci sarà Amore fra gli uomini, meno difficile e più breve sarà questa Transizione!

Più ci sarà Amore fra tutti voi, meno gli elementi si scateneranno!

Allora, con tutta la forza che possiamo emettere attraverso questo piccolo canale, vi diciamo questo:

Amatevi! Non giudicate più nessuno, almeno evitate il più possibile di farlo. Amatevi così come siete, amatevi gli uni gli altri (Gv. 15,17; ndt).

Fate la pace in voi, fate la pace con la vita! Tagliate completamente i legami che vi bloccano alfine di liberarvi e di alleggerirvi.

Vi domandiamo ancora, con tutto il nostro Amore, con tutta la nostra forza: AMATEVI! È talmente importante!

Non dimenticate che siete degli Operatori di Luce in Missione su questo mondo e che siete voi a preparare tale nuovo mondo.

Solo l'Amore che si effonderà dai vostri cuori permetterà a tutte le sfere di trasformare questo Pianeta con una minima sofferenza."


Fonte: duciealaterre.com/accueil
 

domenica 25 novembre 2012

Ghiandola Pineale e Ultrafanìa

 
























Sebirblu, 25 Novembre 2012

L’ultimo mezzo conquistato dall’uomo alla ricerca del Vero è la medianità ad effetti intellettuali che oggi assume un’importanza tutta nuova ed è l’Ultrafanìa. Questo termine deriva dal greco ed è composto di  "Ultra" = al di là e "fanìa" = luce manifesta, dunque luce dall’aldilà.

L’Ultrafanìa è la scienza che ricerca, raccoglie e studia i fenomeni tuttora sconosciuti di natura concettuale. Questi non soltanto sono reali e obbiettivi ma palesano anche una spiritualità, cioè una potenza intelligente, determinante e ordinatrice; si riscontrano in essi sentimento, intelletto e volontà (Amore, Potenza e Sapienza, che sono le prerogative divine), i tre aspetti del Noùs, della Mens.

Se molto fu detto e scritto di Spiritismo (che nacque negli Stati Uniti nel 1848, in casa delle sorelle Fox e la cui ricerca si espanse in Europa, a Londra con Sir W. Crookes e a Parigi con C. Richet), o di channeling oggi, nessuno ancora ha voluto, salvo il giurista Avv. Gino Trespioli e pochi altri, o potuto dire e scrivere con criterio sistematico e rigorosamente scientifico che l’Ultrafanìa è l’espressione più elevata della fenomenologia medianica: la trasmissione di noùri o correnti pensative spirituali che offrono un complesso organico di idee superiori.

Essenze? Fratelli di Luce? Anime dei trapassati, sempre vive malgrado la morte fisica, che tornano, che parlano? Sono queste le domande piene di mistero che si ripetono oggi, come si ripetevano nei lontani millenni di civiltà travolte dal tempo.

L’Ultrafanìa ha una storia che va oltre quelle culture; si perde nell’età preistorica. Le fonti vere e principali non sono neanche i grandi codici come i Veda, l’Yi-King, il Tripitaka, l’Avesta, il Vecchio Testamento ed altri, bensì opere ancora più antiche, scolpite nei ruderi, in megaliti, non dissepolte dalle tombe di razze scomparse ed altre probabilmente mai scritte, ma tramandate oralmente fra gli iniziati e fatte poprie dalla casta sacerdotale, contenuta sempre e gelosa tuttora dei "Misteri".

Qualche esempio: l’Egitto, che era una colonia dell’Atlantide, possedeva sessantamila anni fa un catalogo delle stelle e in Caldea, lo Zodiaco era perfettamente conosciuto settanta secoli prima della nostra éra; la Persia conosceva il "fuoco vivente", quello che noi chiamiamo "étere", che oggi addirittura si mette in dubbio, mentre gli antichi sapevano che era un’energia di natura spirituale.
























La stessa piramide di Cheope, da parecchi millenni, ha incisi sulle sue pareti documenti comprovanti una conoscenza della matematica, della geologia, dell’astronomia, confermata dalla scienza moderna .

Necessita domandarsi come mai tutto questo è stato possibile e la grande meraviglia sta nella risposta: "Tutto ciò non è altro che il risultato della medianità intellettuale o Ultrafanìa che costituiva la prima, la vera sorgente del Sapere”.

Ancora oggi ultrafànicamente si apprende, e questi messaggi coincidono in vari punti del mondo, che Atlantide precorse le più lontane civiltà e univa Asia, Africa, Europa, America, i di cui continenti soltanto in parte erano emersi dall’oceano.

La rivelazione ultrafànica era riferita da un sacerdote a Solone e per le stesse vie tali notizie giunsero a Platone, e oggi possiamo constatare infatti come le stesse piramidi siano state ritrovate in Messico (Maya-Aztechi) e in Egitto.

Ma come avviene questa rivelazione?

Noi tutti esseri umani abbiamo un organo, situato al centro del cervello, chiamato ghiandola pineale o epìfisi. Essa è atta a raccogliere vibrazioni di suoni siderei, eterei ed a trasmetterli nelle diverse forme conosciute come mezzi di estrinsecazione. Infatti la pineale è in relazione con il cardiaco e il plesso solare o gastrico.

 


Queste vibrazioni ad altissima frequenza, caratterizzate dai più profondi concetti pensativi emessi da individualità totalmente pure (molte non si sono mai rivestite di corpo fisico), si chiamano noùri da "noùs" = intelletto e "roos" = onda, corrente.

È appunto l’Essenza che, come un musico fa risuonare l’organo cerebrale e per esso irradia elevatissimi pensieri o noùri.

Più l’ipersensitivo o medium ultrafàno è in sintonia evolutiva con le correnti superiori (e questo si deduce dalla sua acquisita spiritualità, dopo grandi sofferenze, purificazioni e prove superate nella vita) maggiormente per affinità, è idoneo a ricezioni superlative.

È doveroso dire che quest’organo può essere calcificato, semi-calcificato o duttile ed è in quest’ultima condizione che è atto a captare prontamente l’onda noùrica. Questa elasticità  si acquisisce con l'evoluzione spirituale, con la presa di Coscienza e con il flusso di Energie che si fa strada verso l'alto attraverso i chakras (Caducéo).

Anche la telepatia si manifesta attraverso l’epìfisi quando ci sia una “simpatia”, chiamata "capacità di risonanza" tra due Esseri.



















Fu René Descàrtes, detto Cartesio (1596 - 1650), a menzionare la pineale quale sede dell’Anima che, naturalmente, non può essere collocata in un punto preciso.

Ma se noi analizziamo meglio quanto sopra scritto, possiamo senz’altro dire che questa ghiandola, essendo la parte più sensibile ed eminente del cervello, è in posizione dominante rispetto alla vita animica dell’individuo, tanto è vero che è la prima a formarsi nell’embrione umano verso la quinta settimana.

Resta semplice per qualche tempo (embrioni da 25 a 30 mm), poi emette diverticoli secondari (diverticolo: termine che designa l’abbozzo dell’epìfisi) che si allungano e si intrecciano sino a formare un corpicciòlo a forma di pigna un po’ appiattita, da cui prende il nome. Nella sua piena formazione è lunga circa un centimetro e larga e spessa al massimo 5 mm; colore grigio-rossastro.

Nella ricezione medianica l’onda noùrica percuote la pineale che vibra e trasmette l’impulso ai gangli nervosi del cerebro che, a sua volta decodifica il concetto iniziale ricevuto, per mezzo della propria cultura e la terminologia adatta e lo trasmette nella nostra dimensione umana o come pensieri (da qui l’intuizione) o come parole attraverso l’ugola. Ecco il messaggio ultrafànico!

La stessa Giovanna d’Arco così come tanti profeti del Vecchio TestamentoGiordano Bruno, Dante Alighieri, per citarne alcuni, erano dei ricettori straordinari di noùri. Tutto il mondo ne è rimasto illuminato anche se tortura e rogo, molte volte, hanno soffocato le voci profetiche e incenerito le opere insigni.

Asperrima lotta che porterà indiscutibilmente, al tempo giusto, Scienza e Fede ad unificarsi, perché la Perfetta Scienza del Tutto è in Dio: Punto che palpita così nella microbica forma come nell’albero gigantesco, nel muto sasso come nel muggente oceano.

Affinché la mente possa farsi una concezione olistica però, deve essere in Ascesa, deve giungere cioè a tale Potenza da essere atta a penetrare la vita nella sua Sostanza.

Il Tutto è Centro di Vita ed è la Vita. Vita che si chiama Dio.

Beati coloro che alzando il più possibile la loro “antenna” possono così captarne l’Emanazione e l’Insegnamento sublime.

 






















Ecco di seguito un esempio di messaggio che giunge dai piani siderali dove le Angeliche Luci vibrano senza nessuna forma. Vuole essere una dolce esortazione per tutti coloro che in questo tempo sono confusi da comunicazioni contraddittorie e di dubbia provenienza.

  CHI CHIAMA?


Una VOCE che non ha mai cessato dal farsi udire in tutti i tempi, ora si fa più intensa per l'Ora ardente che si avvicina all'Umanità che si è assopita nella sua materia.

   Dice la VOCE a chi l'ascolta:


"Operate, date cibo e bevanda spirituale ai molti che languono nel deserto della vita desiderosi della mano che li guidi verso un'oasi confortatrice."


GOCCE DI RUGIADA


Come gocce di rugiada, scendono i doni dal Cielo, si posano sui vari nuclei già segnati a dare quella manifestazione che voi guardate con occhio incerto. Non vi siete ancora convinti che il vostro vivere non è che una pausa entro un movimento di energie chiuse, il Vero Movimento sta al di fuori di voi.

Queste gocce di rugiada che cosa sono in realtà? Sono i segni evidenti del potere ascoso che viene trasmesso all’uomo con mezzi rudimentali, poiché chi riceve quasi sempre è un mezzo che nulla sa, o ben poco, e non può entrare in nessun modo nei misteri infiniti della vita. È quella specie di digiuno del conoscere che documenta ancor di più la Realtà dei fatti.

Scoperte, ispirazioni, movimenti serrati? Sì, ancora molti movimenti sono serrati come in una morsa poiché la rivelazione in pieno segnerebbe un’accentuazione di quel moto evolutivo che deve essere sostanzialmente ritmico e di conseguenza armonico.

Tutte le realtà sono in queste gocce contenute. Radiazioni, passaggi, trasformazioni: l’uomo raggiungerà Tutto se saprà essere sostanzialmente uno con l’Unità. Laddove non è possibile ancora entrare, laddove è scritto "Non puoi passare", l’uomo deve inchinarsi riverente e attendere l’Ora che suoni nel Tempo. L’Ora matura. Si apriranno delle vie sostanziali.

Ogni volta che voi ricevete insegnamento non disperdetelo, cercate di raccoglierlo come tesoro prezioso e state attenti che nessuno vi derubi, poiché se siete derubati umanamente poco importa di fronte alla Legge Eterna, ma se siete derubati spiritualmente, la Legge Eterna vi chiederà conto della vostra distrazione e soprattutto dirà:

"Dove avete messo tutto quello che Io vi ho largamente dato?"

A questo interrogativo che cosa potrete rispondere, se siete stati leggeri, sciocchi e vuoti? Non crediate, amici Miei, che gli inviati siano poco legati al Movimento Infinito e finito, più che mai i Messaggeri costituiscono il filo conduttore.

Guardateli con occhi sostanziali, guardate soprattutto avanti a voi e troverete le loro tracce, sono tracce luminose che nessuno può disperdere, ed è questa luminosità che servirà anche a coloro i quali riottosi stanno ai lati della via guardando curiosi, talvolta nascondendosi perché non si dica di loro: "Ecco, costoro saranno essi pure elevati, costoro faranno parte della nostra moltitudine".

Voi non confondetevi! Proseguite con saggezza e con forza. Quando i tempi della ristrettezza saranno incisi, quando i tempi del dolore si moltiplicheranno, se sarete forti, se avrete veramente raccolto e mantenuto, ecco che davanti a voi non si erigerà un muro per impedire il vostro passaggio, una Porta sarà aperta ad arco, e l’arco luminoso vi accoglierà invitante.

Non assopitevi, amici Miei, state in veglia, una lunga veglia vi attende, è la veglia della Vita. Sono lunghi anni che si moltiplicano, voi dite. Io soggiungo: è il tempo che passa nel suo ritmo costretto, è la Volontà della Legge che si manifesta, sono i Cieli che diranno a voi il linguaggio dei linguaggi.

Ebbene, ascoltate dunque, non siate mai sordi, chè i sordi tristemente precipiteranno nell’abisso.

Consolatevi, perché il Consolatore sta per arrivare, accoglieteLo a braccia aperte e riposate intanto per ascoltare il Divino linguaggio.

Tratto da "Brani Ultrafanici" - Vol. I


venerdì 23 novembre 2012

"Sinfonia Planetaria" di nome e di fatto!

Ken Carey
 

SINFONIA PLANETARIA

Nello stato decaduto di coscienza, ciascun essere umano agisce senza curarsi della musica della Vita che risuona negli altri. Non c'è armonia, né direzione od arrangiamento. Siete come le note emesse a caso da un'orchestra, prima che il direttore accordi tutti gli strumenti.

Il Direttore d'Orchestra Supremo richiama ognuno all'attenzione, vi richiama alla memoria dell'Unità e dello scopo, adesso, ricordando a tutti che è venuto il momento di smettere di accordare separatamente gli strumenti, e di iniziare ad accettare la direzione dell'Unico che comprende il Tutto.

Quando inizierete ad essere attenti ai dettami del Direttore Interiore, comincerete a suonare al ritmo della Sinfonia Planetaria, armonizzandovi con gli altri e con la vita tutta. Non considererete più voi stessi come più o meno importanti degli altri.

Smetterete di identificarvi con la forma individuale ed inizierete ad identificarvi con la collettività del vostro essere lo Spirito di Cristo.

Cristo è il nome che viene dato all'Uomo, una volta che si è risvegliato dall'oscurità della Materia. Cristo è il nome dell'Essere unico, unificato, che è la totalità della coscienza umana collettiva. L'identificazione con il Cristo, è la chiave dell'epoca che vi sta davanti.

Nei giorni a venire, tutto quello che vi ha tenuti separati e distanti esploderà, liberando il vostro pieno potenziale. Mai più avrete bisogno di gonfiarvi d'immaginaria importanza, poiché comprenderete che siete molto più importanti di quanto abbiate mai osato sognare.

Non commetterete più l'errore di scambiare la vostra identità come forma, per qualcosa di più grande di quello che è. Finché vi troverete nella forma, vi vedrete come esseri di luce, in un universo di esseri vostri pari, tutti egualmente essenziali al Tutto.

Al di là della forma, invece, nell'Altra Realtà, sperimenterete la totalità di voi stessi nella piena consapevolezza di chi veramente siete. Voi siete la Presenza di Dio. Dio è presente sulla Terra grazie a voi.

Una volta che sarete in grado di aprirvi completamente al significato di questa verità, essa illuminerà ogni vostra esperienza nella forma. Comincerete a suonare la parte che vi spetta nella Sinfonia Planetaria, facilmente e con chiarezza.




Non appena comincerete, come individui singolarmente definiti, a guardare fuori di voi, per scoprire come rendervi utili, non appena comincerete a compiere ciò a cui siete stati destinati, parteciperete alla pace ed alla felicità del vostro Creatore.

Raggiungerete un livello di coscienza talmente superiore a quelli precedentemente sperimentati, che la vostra vita prima di allora non vi sembrerà nient'altro che un sogno. È ora il momento di rendervi utili al Signore. Fate entrare la vostra consapevolezza in sintonia con quella di Dio.

Imparate a vedere il mondo con occhi nuovi. Osservate qual'è il vostro posto nel vostro tempo e nella vostra cultura, alla luce di tutto quanto abbiamo detto finora. Questo, da solo, altererà il vostro modo di operare.

La percezione della più vasta Realtà vi renderà capaci di vedere molte cose che, pur essendoci sempre state, non avevate mai notato prima, cose che altri intorno a voi forse ancora non notano. Quando comincerete a vedere queste cose, uno degli effetti collaterali sarà che la vostra capacità di sopravvivenza si centuplicherà.

Una volta che vedrete effettivamente il Regno dei Cieli all'opera sulla Terra, tutto quello di cui avrete bisogno per sopravvivere, verrà attratto verso di voi come verso un magnete. La vita sarà semplice e facile.

I problemi spariranno come polvere che cada dagli occhi, e la gloria della Nuova Realtà comincerà a risplendere all'esterno, in tutto quello che fate. Con grande chiarezza e pace farete quello che è necessario.

La vita vi darà i doni che ha in serbo per voi. Così si manifesterà il frutto della reintegrazione, il frutto del vostro Ritorno. Già scorrono fiumi di Vita e le città brillano come diamanti, per coloro che hanno occhi per vedere.




Guardate con gli occhi di Dio. Fate che la Sua visione sia anche la vostra. Osservate il mondo nuovo che si svela di fronte a voi mentre il vecchio contemporaneamente cade, come le foglie di un albero in autunno.

Rivendicate la vostra identità in Cristo, e dimorate nel nuovo mondo anche mentre prende ancora forma sotto i vostri occhi. Non focalizzatevi su quel mondo che si polarizza nella direzione dell'egoismo e della paura.

Non prestate attenzione a ciò che di vecchio crolla intorno a voi. Appartiene al passato, presto non sarà più. Lasciate che i morti seppelliscano i loro morti, e concentratevi unicamente sulla costruzione del nuovo.

Se vi scoprite capaci di vedere nella cultura contemporanea, più il buono che il marcio, continuate a lavorare all'interno di quella cultura, in qualunque posizione sentite che vi si addica. Spargete luce su tutto quello che incontrate.

È bene che sia così: la vostra influenza accelererà l'avvento di ciò che è nuovo. D'altra parte, se non siete in grado di vedere molto valore nella qualità della vita del mondo attorno a voi, costruite pazientemente il nuovo nel vostro cuore.

Il momento di agire verrà, e saprete quando sarà l'ora di avventurarvi fuori. Usate qualsiasi immagine concettuale vi serva per il vostro lavoro, in maniera cosciente e concisa, come un chirurgo userebbe un bisturi.

Non perdete mai di vista la visione del nuovo, ed amate incondizionatamente gli ostacoli. Uccidete i draghi con la compassione.

È possibile che le vestigia del vecchio mondo si rendano conto che il nuovo funziona meglio, e comincino ad allinearsi spontaneamente con i modelli di vita emergenti.




Altri aspetti del vecchio, non potendo accettare i necessari cambiamenti, può darsi che semplicemente si esauriscano senza troppe parole.

Alla fine, non saranno quelli che gridano più forte a trionfare, ma quelle anime semplici che, con fiducia, accettano l'inevitabile e lavorano pazientemente ed onestamente affinché la loro vita si radichi nell'amore di Dio.

Allontanate le vostre energie da quei sistemi di informazione che servono soltanto ad attirare l'attenzione sulla distruzione del vecchio.

Allontanate l'energia del vostro interessamento da tutte quelle forme di "media" che vi tengono costantemente al corrente delle grida di morte dei sistemi di sfruttamento e manipolazione.

Non siate interessati alla negatività globale, ma prendetevi cura di voi stessi, dei vostri figli, delle vostre famiglie e comunità.

Lì troverete la migliore delle notizie che il tempo è venuto, e che l'Essere Planetario del quale fate parte si sta alla fine cominciando a svegliare, e a scrollarsi di dosso le coltri della storia.


Tratto da  "Trasmissioni Stellari" - Un Messaggio per il pianeta Terra di  Ken Carey

mercoledì 21 novembre 2012

Tolec: Lavoro, Studio, Nozze, Doni spirit. di 4D

Sebirblu, 21 Novembre 2012

Gentili lettori, nel ringraziarvi immensamente delle vostre visite che questa settimana hanno avuto un picco altissimo incentivando ancor più il mio compito, porgo a voi la quarta parte, come promessovi, dell'intervista fatta a Tolec inerente alla vita nella dimensione superiore.

Buona lettura dunque!


 
Il Lavoro, l'Istruzione, il Matrimonio e i Doni spirituali di 4D.

 Domanda 1. Tolec, parlami del lavoro.

Risposta: "Sì, per quanto concerne questo settore, gli individui scelgono un percorso che sia adatto ai loro talenti, alle loro forze e abilità singole. (Comunque non lavorano più di 3 o 4 ore al giorno; ndt)

Alcuni di loro cessano le attività intorno agli 800 anni (secondo il nostro tempo; ndt), altri si ritirano dal lavoro a "tempo pieno" anche prima, verso i 600, perché preferiscono dedicarsi a nuovi interessi che li affascinano di più.

Vi prego di comprendere che vi è una maggiore libertà nel processo di apprendimento e di attuazione in 4D in rapporto alla vita di 3D.

Ancora un volta, il computo temporale viene calcolato nei termini terrestri in modo che voi possiate averne un quadro di riferimento."

Domanda 2. Come vengono retribuite le persone?

Risposta: "È in questo campo che si avrà il maggior cambiamento nella società. Tutti gli Esseri che vivono e si evolvono in ogni parte dell'Universo, in questa dimensione, vengono provvisti con grande cura nelle loro necessità vitali.

Essi infatti non hanno una remunerazione dal momento che lì il denaro non esiste.

Il sistema economico della Terra si evolverà in un modello basato sul puro commercio di beni e servizi con un processo di scambio che è conosciuto come "baratto".

Si prevede che ci vorranno dai 10 ai 12 anni di tempo terrestre attuale per trasmutare l'odierno metodo e rimpiazzarlo con il nuovo.

Ci si aspetta che molti di voi, tra i più lungimiranti, si riuniscano insieme attorno ad una tavola consultiva per discutere gli aspetti chiave di questo nuovo procedimento."

Domanda 3. E per quanto riguarda l'istruzione?

Risposta: "Essa inizia formalmente ai 3 anni di età, sempre con il nostro tempo.
I bambini vengono affidati ai nonni perché il primo apprendimento più importante da assimilare e da vivere è quello di sperimentare la natura.

 
 
Si tratta di una prescuola formativa di 2 anni. Poi inizierà un allenamento per lo sviluppo delle naturali facoltà della mente in quanto i bimbi saranno telepatici sin dalla nascita.

Verrà loro insegnato ad interpretare il linguaggio dei simboli, avranno una preparazione linguistica unitamente alla storia, geografia, biologia, astronomia e mappatura delle stelle, matematica, ingegneria e astrofisica.

Certi allievi aventi capacità spontanee di guarigione, dopo che ne siano state rilevate le potenzialità effettive, verranno indirizzati verso la loro migliore estrinsecazione.

Tutto questo iter comincia dalla "scuola primaria" fino a quella "superiore o liceo", sempre per usare i nostri riferimenti.

Con il tempo gli adolescenti di età compresa fra i 13 e i 15 anni individueranno con sicurezza quali talenti naturali possiedono e il compito a cui sono destinati. In un secondo tempo, in rapporto alle loro abilità personali, accederanno ad una determinata università.

L'educazione di base consiste in un tempo di 50 anni tra istruzione primaria e secondaria e, come minimo, in altri 50 di università.

Per coloro invece che desiderano una specializzazione maggiore di master o dottorato, ne sono necessari ancora 50–100, relativamente alle scelte personali, per un totale complessivo di 150–200 cicli annuali di formazione.

Per esempio Zoltar, il Comandante della biosfera primaria del Consiglio di Andromeda dove si svolgono le più importanti riunioni assembleari, ha conseguito un'alta preparazione tecnica della durata di 300 anni."

Domanda 4. Che cosa mi dici riguardo al matrimonio?

Risposta: "Di norma le persone si sposano in un modo analogo alla Terra, intorno ai 20–25 anni, ed è tipico in tutti i luoghi di 4D solo che il tempo equivale ai 100–150 anni. Altre si congiungono più tardi, mentre come da noi, alcune decidono diversamente."

 
 
 Domanda 5. Nei rapporti fisici il sentire è sempre il medesimo?

Risposta: "Prima di tutto gli uomini e le donne non si incontreranno "per caso" e questo vuol dire che sarà la loro sintonia interiore che li accomunerà.

Già da questo si può dedurre che la fusione dei loro amplessi si svolgerà ugualmente, perché la struttura corporea, sebbene fluidica, è identica a quella di terza dimensione.

L'appagamento, come effusione d'Amore, sarà di gran lunga superiore  e non finalizzato alla procreazione  bensì  all'esigenza  di  compenetrarsi  reciprocamente.

Per quanto concerne l'atto necessario per la formazione di una nuova creatura, il metodo si differenzia parecchio dall'attuale e, naturalmente, è squisitamente spirituale.

In questo caso, i potenziali genitori si mettono l'uno davanti all'altro per sintonizzarsi perfettamente a livello animico ed iniziano ad armonizzare i loro chakras, in simbiosi, unendo le energie all'unisono e facendole risalire in un unico flusso sino all'altezza del terzo occhio.

In quel momento i partner stendono le braccia uno di fronte all'altra con le mani aperte e i palmi rivolti verso l'altro, lasciando uno spazio sufficiente tra loro con l'intento che si possa manifestare l'Esserino tanto desiderato per il loro anelito d'Amore.

Durante questo processo dovranno necessariamente focalizzare in continuazione il loro pensiero al fine di creare e portare a compimento l'opera di questa nuova vita.

A questo punto vedranno apparire delle scintille brillanti come cristalli, di colore bluette, che si fonderanno tra loro formando una sfera luminosa la quale pian piano con una coalescenza comincerà ad assumere l'aspetto di un bimbo di sei mesi, sempre in relazione ai nostri parametri temporali.

Quando questo accade, i genitori dovranno spostare le mani verso il basso a giumella e nell'accogliere il bimbo ne manterranno la forma ideo-plastica. Come vedete, la nascita di un bambino è una delle più belle esperienze che si possano realizzare.

 

Il tempo complessivo necessario per fare sbocciare una vita dall'attimo della prima sintonizzazione di coppia all'atto finale del custodirne la struttura corporea è di 20–25 minuti. È indispensabile inoltre rimanere perfettamente concentrati fintanto che la Creaturina non sia pienamente formata.

I bimbi devono essere sostentati alla nascita affinché possano assorbire le energie loro necessarie per essere autonomi. Tale alimentazione prosegue per circa 10 anni, un po' come quando i nostri figli devono essere svezzati.

Dopo questo periodo, ogni piccolo Essere sarà in grado di produrre energia per autorigenerarsi, senza assumere cibo, proprio come un adulto."

Domanda 6. Quali saranno i talenti naturali e le capacità principali degli Esseri umani di 4D?

Risposta: "I popoli della Terra di 4D saranno telepatici sin dalla nascita.
La telepatia, come saprete, è quella facoltà di comunicare con altre menti ed a qualsiasi distanza, utilizzando semplicemente la propria forza naturale di pensiero.

Le parole pronunciate usando le corde vocali saranno ancora possibili ma non più necessarie. Bisogna considerare che la gente del nostro Pianeta, oggi, utilizza solo 1/10 del quoziente intellettivo.

Un Essere umano di 4D sarà in grado di usare la sua mente al 100% delle proprie risorse totali e per tutto l'arco delle sue attività giornaliere. Ebbene sì, il potere del mentale è molto forte in questa dimensione.

Oltre alla Telepatia, l'individuo di 4D avrà a sua disposizione altri doni naturali.

La Levitazione, capacità di fluttuare e muoversi nell'aria senza necessariamente toccare terra.

La Telecinesi, abilità di sollevare e spostare oggetti ovunque solo con la potenza del pensiero.

Il Teletrasporto, facoltà di recarsi da un punto all'altro della Terra (limite per gli umani di 4D), senza tecnologia, ovunque si voglia essere e ci si arriverà istantaneamente soltanto «pensandovi»."

 























Domanda 7. Ci sarà un miglioramento della visione a distanza o chiaroveggenza e dell'udito o chiarudienza?

Risposta: "Assolutamente! La vista e l'udito diverranno molto acuti, infatti, entrambi avranno una vastissima gamma di frequenze in termini di chilometri.
 
Si potrà vedere un oggetto o sentire un suono a distanze ragguardevoli, partendo da un segnale dello spettro a "punto zero" solamente concentrandosi.

Sia le immagini che gli impulsi sonori, familiari o no, potranno essere captati quando lo si desidererà."

Domanda 8. Quali saranno i doni naturali più avanzati e le capacità degli Esseri umani più evoluti?

Risposta: "Innanzitutto il Teletrasporto. Le possibilità del suo utilizzo rimangono per la maggioranza, come detto sopra, limitate alla Terra ma coloro che sono più preparati potranno teletrasportare se stessi anche su altri pianeti del nostro sistema solare.

Poi c'è la Trasformazione. Si sarà capaci di cambiare le sembianze fisiche, l'abbigliamento, il colore, la taglia, il sesso ed ogni altra cosa inerente all'aspetto esteriore.
 
Sarà possibile mutare la forma a volontà senza alcuna tecnologia ma usando soltanto la mente di quarta dimensione.

Le équipe mediche del Consiglio di Andromeda saranno a disposizione delle individualità umane, se desiderano l'assistenza, per addestrarle e metterle a proprio agio con le nuove attitudini spirituali di 4D."

 



















Domanda 9. Ci sono molte differenze tra gli Esseri che vivono in 4D e coloro che si trovano sul quinto piano dimensionale?

Risposta: "Sì, in molti hanno domandato riguardo a questo argomento. Ricordatevi che ogni dimensione, ogni densità energetica ha 12 ottave.

Nelle ottave da 1 a 6 della 5D, le persone dispongono di ogni caratteristica elencata sopra ed agiscono tutte con un'unica coscienza individuale. Proprio come se fossero una persona sola.

Circa a metà persorso, attraverso la sesta ottava, esse raggiungono la capacità, se vogliono, di aderire ad un'altra coscienza unitaria avente una specifica area di interesse.

Ogni individuo può quindi, a suo piacimento, fondersi con la nuova compagine, operare insieme per un po' e, successivamente, staccarsi da questa nel momento in cui viene ritenuto opportuno.

Un po' come gli uomini d'oggi che lavorano all'unisono per attuare un progetto durante il suo intero arco vitale e si separano poi ad obbiettivo concluso.

Un'analogia simile può essere delineata in un gruppo di Esseri che desiderano unirsi con l'unico intento di far sorgere la vita floreale su differenti mondi. Insieme possono viaggiare per i vari pianeti per studiarne le piante. Questo è solo un esempio. Ce ne sono innumerevoli.

La grande, fondamentale differenza è che gli Esseri di 5D non hanno alcun bisogno per viaggiare da una galassia all'altra della tecnologia perché possono crearsi, mantenendolo stabile, il loro "veicolo" (chiamato "Merkabah"; vedere QUI; ndt) e con questo spostarsi a volontà ovunque.

In questo modo possono unirsi e separarsi quando è necessario e ritornare di nuovo insieme subito dopo."


Fonte: andromedacouncil.com


Post Scriptum
 
 Ed ora cari amici, dulcis in fundo, una sorpresa per Voi!
 
Tolec,  per  conto del Consiglio di Andromeda,  ha  appena  diffuso un  video di  una
sua  recente  intervista,  avvenuta l'11 novembre,  che  ci  aggiorna su cosa accadrà al nostro sistema solare e alla  Terra durante l'allineamento  planetario  del  21 Dicembre 2012.
 
La traduzione con i sottotitoli in italiano è stata effettuata con grande cura dal Fratello lightworker Nuova Aurora a cui va il mio più sentito ringraziamento per il Servizio reso a noi tutti.
 
Buona visione.